Adrenalink Tattoo

Tatuaggi dal 1993 a Venezia

In Arabia Saudita se hai i tatuaggi ti arrestano….

E’ accaduto ad un calciatore colombiano, adesso sapete dove non andare a fare le ferie!

Dal Corriere:
da Curiosport:
Calciatore tatuato, calciatore arrestato
E’ successo in Arabia Saudita a un giocatore del Nasr, reo di aver esibito i propri tattoo in pubblico in un centro commerciale. Juan Pablo Pin è stato arrestato dalla Commissione per la Promozione della Virtù e Prevenzione del Vizio

L’Arabia Saudita non è solamente il paradiso delle finanze per i calciatori che decidono di terminare lì la propria carriera. Ed è meglio che lo sappiano, specialmente se provvisti di tatuaggi. Ne sa qualcosa Juan Pablo Pin, in forza al Nasr e amante dei tattoo, tanto da decorare le proprie braccia con disegni di ogni tipo. Un’usanza che, però, da quelle parti non piace poi così tanto.

E lo sfortunato Juan Pablo l’ha imparato a proprie spese quando, un pomeriggio, a passeggio con la consorte incinta, è stato fermato dagli agenti della Commissione per la Promozione della Virtù e Prevenzione del Vizio. Immaginate la faccia del 24enne calciatore che, impegnato a fare shopping in un centro commerciale, viene portato negli uffici della Commissione. Il reato? Essere tatuato e mostrare in pubblico il corpo di tale reato.

D’altronde la Commissione aveva già spiegato al Nasr la situazione e aveva avvertito il club ond’evitare spiacevoli episodi. “I tatuaggi hanno effetti negativi sulla gioventù saudita - aveva fatto sapere l’inflessibile organo che tutela ogni virtù -. Comunichiamo alle società che devono avvertire tutti i giocatori stranieri con tatuaggi affinché li coprano prima di scendere in campo o di girare per le strade. Con magliette a maniche lunghe e pantaloni altrettanto lunghi, qualora detti tatuaggi fossero sulle gambe”.

Dunque, uomo avvisato mezzo salvato. Ma in questo caso è stato l’intervento dei dirigenti della società a salvare il povero Juan Pablo che in seguito a questa disavventura ha fatto sapere di voler lasciare il paese.

Eurosport

Da oggi mi sa che Boicotto l’Arabia Saudita, non ne acquisterò i prodotti, non volerò con le sue compagnie aeree, non perderò occasione per pubblicizzare la scandalosa arretratezza di un paese al contempo così ricco ma così povero moralmente da aver paura dei tatuaggi e delle donne!
Crez!


Spiacente ma non sono permessi commenti.

Nessuna Risposta a “In Arabia Saudita se hai i tatuaggi ti arrestano….”





ATTENZIONE! Inserendo qui il tuo commento garantisci ad Adrenalink Tattoo la possibilità di riprodurre quanto scritto senza nessun limite di utilizzo.
I commenti prima di essere pubblicati vengono controllati, eventuali commenti "inappropriati" sarrano rimossi a discrezione dell'amministratore.


Adrenlink Tattooing Marghera

Home Studio Orario Gallerie Faq Contatti
Blog Crez Manekistefy Rio Shop

Crediti
Privacy